Categories: Informazioni

Diagnostica Othman

Condividi

L’ecografia mammaria rappresenta una tecnica di notevole importanza nella valutazione della patologia mammaria, complementare alla mammografia, per identificare la natura solida o liquida della formazione, la forma, i suoi contorni e la trasmissione del segnale acustico.

Uno studio condotto nel 1995 sulla caratterizzazione delle lesioni solide dimostrò che segni quali: la forma ellittica, la presenza di alcune lobulazioni, una sottile capsula ed un ecostruttura omogenea sono tipiche di lesioni benigne; mentre i margini irregolari e spiculati, l’orientamento della lesione “più alta che larga”, i margini angolati, le microcalcificazioni e l’assorbimento del segnale erano riscontrate in lesioni maligne.

Oggi l’insieme delle tecniche sia tradizionali che avanzate permettono di effettuare una diagnosi differenziale di lesioni focali della mammella e di neoplasie.

Articoli correlati

  • Continua a leggere
  • Continua a leggere
  • Continua a leggere

Vuoi richiedere maggiori informazioni o fissare un appuntamento?

Contattaci